Principi e teorie

principi1Questo stile si prefigge lo scopo di sviluppare nel praticante alcune qualità.
Esse sono:

Conoscenza e padronanza del corpo, consapevolezza.
Salute psico-fisica propria.
Difesa personale.
Virtù morali.
Salute psico-fisica altrui.

Questo attraverso una metodologia per lo sviluppo di uno stile interno, atto allo sviluppo di Qi e di qualità quali: adattabilità, fluidità, esplosività, armonia ed equilibrio.

Distinguiamo quattro principi fondamentali del combattimento:

  1. Colpisci appena puoi, senza fare nessun movimento superfluo.
  2. Se l'avversario impedisce l'azione, mantieni il contatto.
  3. Adattati all'azione dell'avversario.
  4. Mantieni il tuo equilibrio e rompi quello dell'avversario.

Da questi, derivano i quattro principi d'applicazione della forza, ossia come gestire la forza (propria e dell'avversario). Bisogna intenderli come da impiegarsi in sequenza:

  1. Togli le tensioni articolari.
  2. Senti e neutralizza la forza dell'avversario.
  3. Sfrutta la forza dell'avversario.
  4. Aggiungi la tua energia.

Il metodo d'insegnamento si articola nei seguenti argomenti:

  • Forme
  • Tecniche di difesa
  • Tecniche d'offesa
  • Tecniche a terra
  • Applicazioni e sparring
  • Esercizi a coppia
  • Attrezzature complementari
  • Armi
  • Qi gong
  • Tecniche per la salute
  • Punti sensibili
  • Teorie

Le Teorie che vengono trattate nel corso servono per dare una formazione completa al praticante.
Esse, suddivise per gradi di apprendimento, trattano vari argomenti per entrare sempre più a fondo nella conoscenza del kung fu.

Al primo grado si inizia spiegando le difficoltà linguistiche che rendono spesso inaccessibile la comprensione delle informazioni che ci arrivano in cinese. Facendo capire i vari modi di romanizzazione e le differenze dialettali di una lingua ideografica.
principi2Si descrive poi la caratterizzazione dei vari stili di Kung Fu spiegando le differenze fra WAI JIA e NEI JIA, nonché fra stili del nord e del sud.
Infine si spiegano i vari gradi in cui la scuola è suddivisa.

Al secondo grado si tratta la descrizione delle WU DE le cinque virtù marziali, elemento etico imprescindibile per una corretta formazione. Seguono poi cenni sulla storia della Cina in diretto riferimento all'evoluzione del Kung Fu sia per ciò che riguarda una contestualizzazione dinastica che antropologica analizzando i motivi che hanno portato varie classi sociali a impegnarsi per la creazione di metodi svariati di combattimento.

Con il terzo grado si descrive la filosofia cinese nei suoi aspetti essenziali, il Dao e lo Yin e lo Yang, il Qi con principi di medicina Cinese ed energetica umana.
Si descrivono le principali pratiche interne e gli esercizi che vengono studiati, il Qi Gong, i Ba Duan Jing e la differenza con il Nei Qi Gong.

Al quarto grado la teoria interessa il parallelismo con le altre arti marziali, descrivendone metodologie, principi di azione, metodi di allenamento e principali esponenti di spicco del mondo marziale.
Imparando a conoscere come vengono interpretate le strategie marziali anche diverse dal nostro modo di vedere, sempre con rispetto e umiltà.

Al quinto grado si vuole spiegare la teoria dei 5 elementi o meglio movimenti, elemento cardine per la comprensione dei movimenti del Qi e della MTC, nonché alla base di molti principi di Kung Fu.
La loro concatenazione nei cicli creativi e di controllo e le relazioni fra appartenenti allo stesso elemento per una più approfondita conoscenza della filosofia cinese.

Il sesto grado deve quindi poi per forza trattare il Ba Gua o gli Otto Trigrammi secondo elemento imprescindibile che con i 5 elementi determina il fulcro del costrutto filosofico di interi stili come il Tai Ji o Il Ba Gua ed è alla base dell' energetica.
La costruzione secondo il Cielo Anteriore e Posteriore e la loro influenza sui sistemi di Qi Gong.

Con il settimo grado si tratta dei San Bao, i tre tesori Jing, Qi e Shen, nonché dei vari tipi di Qi nell'organismo in relazione ai 5 elementi e all'utilizzo in MTC.

Infine con l'ultimo grado prima del passaggio alla fascia superiore di approfondimento, l'ottavo grado si fa una descrizione delle principali scuole di Taoismo e da dove derivano gli insegnamenti di Lei Shan Dao, la scuola del Tuono e della Folgore, che è all'origine di molte delle tecniche avanzate di Qi Gong.

Otto gradi base come Otto Trigrammi cui seguono Cinque gradi avanzati come i 5 Elementi.
In essi le teorie trattano:

  • del pronto soccorso,
  • della localizzazione dei punti sensibili come zone bersaglio disposte lungo le mappe energetiche,
  • descrizione delle tecniche di Qi Gong avanzate come la Xing Shen Zhuang con i suoi punti di agopuntura localizzati sui meridiani curiosi Ren e Du.
  • Teoria sulla meditazione nelle sue varie metodiche.
  • Esercizi di respirazione ed alchimia interna.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione ma si avvale solo cookie di tecnici e di parti terze per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.
Proseguendo nella navigazione se ne accetta l’uso. Per ulteriori dettagli può consultare la pagina cookie policy.